LE PAROLE DELLA CURA

Oggi, venerdì 27 Ottobre 2017, presso la libreria Friuli, il filosofo Umberto Curi ha intrattenuto un dialogo con la docente di filosofia all’Università degli Studi di Padova, Silvia Capodivacca,  riguardo il libro di cui è autore “Le parole della cura”, pubblicato nel 2017.

L’incontro si è aperto con una riflessione da parte di Curi: non possiamo chiamare scienza la medicina perché essa non è traducibile in canoni oggettivi e non ha una certezza apodittica. Riprendendo ciò che già Ipprocrate tra il V e il IV enunciò, la medicina è intesa come una pluralità di discipline, non ha quindi uno statuto scientificamente rigoroso ma intermedio.

Capodivacca è intervenuta con una citazione dello stesso Ippocrate: “La certezza è raramente data a vedere”, la medicina quindi non ha piena visione delle malattie?Ci sono delle convergenze tra filosofia e medicina?

“Ippocrate descrive l’articolazione del lavoro del medico, ancora oggi valida” ha risposto il filosofo: ricostruire la storia del paziente attraverso l’ “anamnesis”; analizzare i sintomi e formulare una diagnosi e infine formulare una prognosi. Esistono inoltre tre procedimenti medici: induzione (dal particolare all’universale), la deduzione (dall’universale al particolare) e l’abduzione. Se la medicina vuole essere considerata una scienza , è una scienza umana e non naturale.

La docente di filosofia ha ripreso parola analizzando dal punto di vista mitologico ed etimologico quattro parole: “chirurgia”, “terapia”, “medicina” e “farmaco”.

Curi ha quindi, ripreso il concetto di “farmacon” come un veleno che guarisce o una medicina che intossica. Questo perché? Il farmaco non è univoco, la sua azione è duplice e l’ambivalenza nel suo significato non è da considerare un limite della lingua ma una condizione umana. La medicina è infatti lo specchio dell’ambivalenza.

La conferenza si è conclusa dando spazio al pubblico, la cui voce ha interrogato il filosofo sull’attuale argomento della chirurgia plastica. Curi ha sostenuto che quest’ultima non vuole solo restituire alla forma originale ciò che si è danneggiato ma anche migliorarne la forma originale.

La Redazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...