Colonie letterarie. Immagini dell’Africa italiana.

L’incontro di oggi pomeriggio in Libreria Moderna ha avuto come ambientazione le colonie africane nel periodo che va tra la loro massima espansione e quello immediatamente successivo come tutte le ripercussioni. A presentare, la docente di storia e filosofia Eliana Villalta, in compagnia della scrittrice Barbara Tonzar, autrice del saggio “Colonie Letterarie”, fulcro della discussione.

7bcece58-3cfd-4e78-a0f5-a0d2c4d3ce65.jpeg

Questo libro è un’opera unica nel suo genere poiché racconta in chiave narrativa le vicende, a differenza dei testi fino ad ora pubblicati che si  limitano alla descrizione storica degli eventi. Gli italiani infatti, mossi da patriottismo espiativo, hanno sempre cercato di nascondere i delitti e di mettere in luce solo il lato positivo, ovvero la civilizzazione conseguente al colonialismo, facendo buon viso a cattivo gioco al motto di italiani brava gente.
Il libro è una raccolta di opere di 4 autori differenti, tutti accomunati da un’esperienza autobiografica sul posto, tra i quali spicca il nome di Flaiano, vincitore di un premio strega con Tempo di uccidere.
Il libro segue un pensiero anticolonialista, non sempre limpido, con cadute di moralità dettate da un istinto di sopraffazione che caratterizza il colonizzatore. Importante è infatti il ruolo che gioca la coscienza, costantemente presente, quasi soffocante, che porta il singolo inizialmente ad autogiustificarsi, e in un secondo tempo al tormento interiore, anche lui fattore caratterizzante del testo.

Annunci