PENSARE IL PRESENTE

“Ogni filosofia pensa al presente”; Massimo Cacciari così esordisce iniziando il suo discorso, sottolineando però che il passato deve essere concepito come portante perché sennò non avrebbe senso. Il presente è un tema che da sempre rappresenta il pensiero filosofico. Continua poi ad esporre introducendo la scienza e dicendo che la potenza dell’epoca moderna è il sapere e la scienza, poiché il rapporto tra il sapere e il fare è indissolubile poiché ha l’intenzione di trasformare alla volta dello sviluppo. La filosofia secondo Cacciari si intreccerebbe infatti con altre forme di sapere: per misurarsi con questioni più concrete e urgenti che il nostro tempo.

La forma del pensiero non è quella forma in cui si pensa al presente. Si pensa al presente attraverso esperienze empiriche che portano al sapere assoluto. Cacciari sull’analisi della cultura mitteleuropea identifica una società reazionaria incapace di aprirsi alla modernità. In questo ambito, secondo lui, si crea la negatività o pensiero negativo. Esso sembra collegarsi all’irrazionalismo ma che in realtà è la conseguenza ultima della tradizione metafisica occidentale.

La crisi della metafisica occidentale è anche dimostrata dalla fiducia nella tecnica che invece rivela il sostanziale fallimento dei valori ultimi che dovrebbero guidare il progresso umano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...